FAQs

Dubbi o chiarimenti? Abbiamo raccolto per te le domande più frequenti che ci pongono i nostri clienti. In questa sezione troverai le nostre risposte organizzate per argomento. Se comunque non trovi una risposta adeguata alla tua domanda non esitare a contattarci.

  • se ho consumi annui fino a 500 mc e ho attivato a domiciliazione bancaria o postale;
  • se fruisco di agevolazioni tariffarie di carattere sociale e GEAL ne è a conoscenza.
È di fondamentale interesse effettuare i lavori nella proprietà privata prima possibile, dato che dal novantesimo giorno dalla realizzazione dell'opera di allacciamento sulla viabilità pubblica e conseguente consegna del sifone da parte della GEAL, partirà il canone di fognatura e depurazione.
Quando è impossibile scaricare i reflui civili e industriali (cucine, bagni, locali lavanderia, etc.) nella fognatura comunale per gravità o più precisamente quando gli scarichi sono più bassi rispetto al piano stradale.
  • aggiornamenti disposti dall’AEEG;
  • se cambiano le mie modalità di pagamento e decido di avvalermi/non avvalermi più della domiciliazione bancaria o postale delle bollette;
  • perdita/acquisto del diritto alle agevolazioni tariffarie sociali;
  • variazioni del consumo storico/stime di consumo oltre i limiti del ± 20 per cento in un solo anno.
  • il deposito cauzionale deve essere restituito non oltre 30 giorni dalla cessazione degli effetti del contratto di somministrazione, maggiorato in base al saggio degli interessi legali senza alcuna richiesta di produzione documentale di avvenuto versamento a carico dell’utente finale;
  • al momento in cui sarà attivata la domiciliazione bancaria o postale.
Inizialmente il versamento sarà addebitato nelle due bollette successive all’attivazione dell’utenza, successivamente Geal applicherà al momento dell’attivazione, metà del valore del deposito cauzionale dovuto; la restante parte sarà addebitata nelle due bollette successive, a partire dalla prima fattura utile emessa dalla attivazione del servizio.
Per quanto riguarda la fornitura idrica nella nuova casa bisogna distinguere in vari casi: 1) Manca il contatore e le relative tubazioni: Devi presentare domanda di allacciamento acquedotto richiedendo un preventivo;   2) Presenza di sola tubazione: Devi  fare richiesta di attivazione fornitura idrica specificando il numero di stacco (tubo) e pagando relativo onere di riattivazione;   3) Presenza di contatore sigillato: Devi fare richiesta di riattivazione fornitura esistente specificando il numero di matricola del contatore e pagando i relativi oneri  di riattivazione;   4) Contatore attivo, ma già intestato ad un utilizzatore del servizio idrico: Devi fare richiesta di voltura.
Si. Tutti gli insediamenti ubicati o da realizzare in zone provvista di rete di fognaria pubblica devono essere allacciati alla medesima. Per “zone provviste di fognatura pubblica” si intendono tutti gli immobili privati che distano dalla strada o spazio pubblico percorso dal collettore fognario, fino ad un massimo di mt 200.